Non fare niente durante
il caricamento della pagina.
Grazie!

Roberta Petronio

Roberta Petronio

“…….Per Roberta Petronio, la tela bianca “è lo spazio di espressione della vita interiore, di quel vasto mondo che ci si porta dentro e che si manifesta attraverso la creatività libera”. Le sue opere, dipinte a spatola, rappresentano lo scorcio paesaggistico al variare delle stagioni, in prospettive montane o collinari , ove gli orizzonti si sfumano in suggestioni di lontananze, di altri luoghi da scoprire. La sua pittura è materica e lieve insieme. All’uso dell’olio nelle sue potenzialità plastiche, in cui la duttilità della materia del colore è resa evidente dallo spatolato, si coniuga un’ispirazione lirica e delicata, che interpreta il paesaggio nei suoi momenti più amabili, gli alberi in fiore della primavera, cespugli fioriti accanto alla porta di una casa rurale, alberi con i colori dell’autunno, scorci architettonici di un antico ponte e della piazza di Cesena, durante il mercato; questi luoghi riportano ad atmosfere del buon tempo antico.
L’ispirazione naturalistica, che trova corrispondenza nella pittura neoimpressionista, é interpretata dalla Petronio con una vaga inclinazione naif, per l’aura gentile e vagamente fiabesca che si coglie nei suoi dipinti. L’armonia, nelle sue opere, si evidenzia attraverso il colore, che come note di uno spartito, creano la composizione tratto a tratto, attraverso un uso sapiente della spatola, che determina il “disegno” del dipinto e la sua atmosfera d’insieme. L’armonia, nella pittura della Petronio, é armonia interiore rivelata attraverso i suoi paesaggi, specchio dell’anima e di momenti di vita.”
Dott. Lia Briganti

Sono nata a Trieste, ho vissuto a Milano e in provincia di Bologna. Attualmente vivo e lavoro a Cesena.
Dopo gli studi classici mi sono laureata architetto a Firenze. Sono dipendente di pubblica amministrazione e dipingo da vent’anni, cercando di ritagliare gli spazi per questa attività, sempre meno di quanto vorrei, tra gli impegni di lavoro e famigla,
Ho imparato ad utilizzare i colori ad olio e la spatola dalla pittrice e scultrice Lina Osti di Zola Predosa (BO), apprezzando e facendo mio l’espressivismo del vivo colore materico. Mescolo spesso i colori direttamente sulla tela lasciando libera la mano di scolpire le mie emozioni descritte da tratti veloci che abbozzano immagini senza contorni precisi, definite solo dall’accostamento e la contrapposizione dei colori.
Prediligo il paesaggio e le visioni prospettiche, amo la sfida con me stessa delle estemporanee.


Categoria artista: Pittura

Galleria d'arte